Rottura prematura delle pareti fetali

Il cracking precoce delle membrane è associato alla coesistenza di molti meccanismi anormali, tuttavia è spesso impossibile individuare il fattore appropriato responsabile dell’insorgenza del cracking prematuro delle membrane.

Aumento dei tassi di patologia sono principalmente osservati in donne con basso status socioeconomico, malattie sessualmente trasmissibili e coloro che hanno avuto una storia di rottura delle membrane fetali nel momento sbagliato nelle loro precedenti gravidanze.

Inoltre, il rischio di parto prematuro nell’attuale gravidanza è associato ad un rischio più elevato di sviluppo di questa patologia.

Altre cause di rottura prematura delle membrane fetali includono: stiramento delle pareti uterine (osservate, per esempio, nel caso dell’utero), o le seguenti in multigrade – volume eccessivo di acque fetali per una data età gestazionale, sia in più gravidanza o in una posizione anormale del feto), la presunta circonferenza circolare (a causa di insufficienza cardiovascolare), difetti di sviluppo trovati nel feto e nell’utero. Si ritiene inoltre che il fumo e la carenza di vitamina C aumentino il rischio di rottura prematura delle membrane fetali.

Diagnosi di rottura prematura delle membrane fetali

La diagnosi di frattura prematura delle membrane fetali si basa di solito sulla rilevazione del deflusso del liquido amniotico dopo l’inserimento di mirini vaginali.

Tra gli altri metodi diagnostici, sono stati utilizzati test ecografici (la quantità del liquido amniotico rimanente è stimato), test vaginali (in rottura prematura delle membrane fetali, si osserva una variazione del pH in direzione alcalina, ma tale stato può verificarsi anche in infezioni e quando si usano certi liquidi per l’igiene intima, che riducono la confidenza di questo metodo e non consentono di determinare la diagnosi sulla base dei suoi risultati).

Inoltre, può essere eseguito un esame microscopico del precipitato vaginale (se è presente un liquido amniotico, possono essere presenti cellule dell’epitelio amniotico, del cordone ombelicale o del feto, ad esempio il cordone ombelicale). Include anche test per la cristallizzazione del liquido amniotico.

La differenziazione della rottura prematura della membrana fetale dovrebbe tenere conto della minzione incontrollata, dell’abbondante infiltrazione e dell’eccessiva secrezione di muco, con la coesistenza di un’aumentata dilatazione cervicale.

Complicazioni con rottura prematura delle membrane fetali

La rottura prematura delle membrane fetali è associata alla possibilità di sviluppare numerose complicazioni che possono mettere a repentaglio la salute sia della madre che del neonato, soprattutto se è passato un lungo periodo di tempo dalla rottura delle membrane alla consegna o se il feto non è maturo per la vita extrauterina al momento della rottura prematura delle membrane fetali.

Le complicanze più comuni della rottura prematura della membrana sono le infezioni intrauterine, l’ipossia fetale con tutti i rischi (fino alla morte infantile compresa) e le deformità.

Misure in caso di frattura prematura delle membrane fetali

A seconda della durata della gravidanza e delle condizioni generali della gravidanza, possono essere adottate diverse procedure: conservativa, attiva o invasiva. Le misure comportamentali dovrebbero ridurre lo sforzo fisico e applicare i principi asettici al fine di evitare l’infezione intrauterina secondaria.

Si raccomanda il monitoraggio della gravidanza (l’esame KTG, che misura la funzione sistolica dell’utero e il cuore del feto, è anche necessario per valutare lo sviluppo del feto e la quantità di liquido amniotico mediante ultrasuoni). È necessario test per l’infezione intrauterina.

La gestione attiva della rottura prematura delle membrane fetali si basa su metodi comportamentali combinati con la somministrazione di preparati tossici, corticosteroidi e antibiotici per la prevenzione delle infezioni.

L’implementazione del trattamento tokolytic è mirata ad aumentare la maturità del feto, ma qualsiasi sintomo di infezione è una controindicazione assoluta all’uso di tale trattamento.

Lo scopo della procedura invasiva in caso di rottura prematura delle membrane fetali è di interrompere la gravidanza e l’indicazione di questa procedura è l’insorgenza di sintomi di infezione intrauterina e il rischio di ipossia fetale. Il metodo di cessazione della gravidanza deve tenere conto dell’età della gravidanza e delle condizioni generali del paziente.

Lorenza Scoma
Informazioni su Lorenza Scoma 129 Articoli
Si può dire molto di Lorenza Scoma, ma per lo meno è persuasiva e disinteressata, naturalmente è anche protettiva, allegra e leader, ma sono contaminati e mescolati con le abitudini di essere privi di tatto. la sua natura persuasiva, però, è ciò per cui è spesso ammirata. Spesso le persone contano su di loro e sul suo atletismo ogni volta che hanno bisogno di tirarsi su. Nessuno è perfetto naturalmente e Lorenza ha anche degli stati d'animo e dei giorni marci. la sua natura sconcertante e la sua natura pomposa causano molte lamentele, sia personalmente che per gli altri. Fortunatamente il suo altruismo assicura che non è il caso molto spesso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*