Rottura della base del cranio

La base del cranio ha una struttura complessa. Le strutture ossee che circondano le parti vitali del sistema nervoso centrale, come il nucleo esteso o il tronco cerebrale, contengono tessuto osseo compatto resistente al trauma, mentre alcune strutture del cranio formano un tessuto delicato che è suscettibile di danni. È tipico che il cranio abbia una stretta connessione tra l’osso e la gomma dura, causando la rottura dello pneumatico quando si rompe.

Le conseguenze di fratture in queste aree possono includere reflusso intracranico (causato dall’ingresso d’aria nel cranio), fluido (perdita di liquido cerebrospinale) e danni ai nervi cranici e alle grandi arterie (ad esempio il cervello, il sistema vascolare, ecc.). un’arteria giugulare interna) o arteria venosa (ad esempio, un’arteria venosa.I principali motivi di ciò sono il fatto che il cervello non è esposto a nessun effetto ormonale (per es. seni esofagei) e strutture attive endocrine (ghiandole pituitarie o ipotalamo).

Sintomi della frattura della base del cranio

I sintomi dominanti osservati nel corso delle fratture della base cranica sono dolori dolorosi. Spesso, l’incoscienza è persa. Gli shock cerebrali concomitanti sono accompagnati da nausea e vomito e accelerazione della frequenza cardiaca.

Il paziente può avere l’impressione di lupus o di traboccare nella testa se si verifica una pulizia intracranica (l’aria può essere nelle cavità, nelle scanalature tra i gangli o nelle camere del cervello e intrappolata in un numero crescente all’interno del cranio provoca pressione su strutture cerebrali).

Spesso l’aria entra durante l’inspirazione, ma non può lasciare il cranio durante l’espirazione, questa è la cosiddetta “aria di respirazione”. carattere ventilatorio della pulizia intracranica.

A volte una rottura nella base del cranio è accompagnata da una perdita di liquido cerebrospinale. Il liquido nasale appare in caso di danno, ad es. in caso di incendio. La frattura avviene attraverso la piramide dell’osso temporale. Inoltre, possono verificarsi perdite di liquido cerebrospinale attraverso l’orecchio se il timpano è danneggiato e talvolta appare fluido all’interno della ferita.

Se la perdita di liquidi è significativa, i sintomi di ipotonia intracranica coesistono: dolore che esacerba il mal di testa, a volte nausea e vomito. Nel caso di una piccola perdita, è spesso completamente sfuggente. La meningite secondaria del cervello o del cervello può essere la sua complicazione.

Nel corso delle fratture della base cranica, si osserva spesso un danno al nervo cranico con sintomi clinici tipici. I disturbi della vista post-traumatici sono tra i più comuni e riguardano principalmente l’acuità visiva e la mobilità del bulbo oculare.

Inoltre, può verificarsi una paresi del nervo facciale post-traumatico, specialmente nei casi con frattura della piramide ossea temporale trasversale. Il danno a questo nervo si manifesta con la paralisi dei muscoli mimici della metà del viso con l’impassability della palpebra su questo lato. Anche le fibre responsabili della produzione di saliva e la conduzione delle sensazioni gustative possono essere ferite.

Rilevazione della frattura della base del cranio

La base per la diagnosi della frattura della base del cranio è una storia medica, che indica una lesione alla testa (a volte non è possibile raccogliere un colloquio, perché il paziente è incosciente). L’esame di imaging più comune che mostra una frattura della base del cranio è la fotografia radiologica. Altri esami, in particolare la tomografia computerizzata, consentono una valutazione più accurata del danno e delle complicanze concomitanti.

La ricerca di base che mostra la presenza di aria nella cavità cranica è la tomografia, anche se la risonanza magnetica o i raggi X possono anche mostrare questa anormalità. Altri test possono essere utilizzati per effettuare una valutazione di laboratorio della perdita in caso di dubbio sul fatto che si tratti di un liquido cerebrospinale.

Inoltre, il danno al nervo facciale deve essere confermato mediante esame elettromiografico poco dopo la lesione. A volte è necessaria un’angiografia per mostrare quali vasi hanno subito danni post-traumatici.

Trattamento della frattura del cranio

Le procedure terapeutiche per la frattura del cranio dipendono dal fatto che coesistano o meno complicanze della frattura cranica. Se è presente una palpazione intracranica, è necessaria una procedura chirurgica immediata per chiudere la fistola. A volte è necessario rimuovere l’aria.

I pazienti con liquido diagnosticato devono essere osservati per diversi giorni e trattati in modo conservativo in attesa della chiusura spontanea della fistola dalla quale fuoriesce il liquido cerebrospinale. I pazienti devono rimanere nel letto in posizione semi-sdraiata, è necessario prevenire l’aumento della pressione intracranica (ad esempio l’aumento della pressione intracranica nel letto). a causa di tosse, starnuti).

L’acetazolamide viene somministrato in alcuni centri per limitare la produzione di liquido cerebrospinale. Il trattamento chirurgico viene eseguito nei casi in cui il fluido persiste, nonostante il trattamento conservativo utilizzato, o laddove vi sia un grado significativo di danno alla struttura ossea.

Spesso, i disturbi visivi si verificano con l’ematoma intraoculare, quindi è necessario l’intervento chirurgico per rimuoverlo o rimuovere il nervo ottico. Questo dovrebbe essere fatto con urgenza quando l’acuità visiva si deteriora.

Prognosi della frattura della base del cranio

A volte, le fratture della base cranica finiscono nella morte a causa di danni cerebrali, specialmente nei centri importanti. La prognosi dipende principalmente dalla gravità della frattura e dal conseguente danno ad altri organi (la frattura della base cranica spesso non è un problema isolato e coesiste con lesioni in altri sistemi).

Lorenza Scoma
Informazioni su Lorenza Scoma 129 Articoli
Si può dire molto di Lorenza Scoma, ma per lo meno è persuasiva e disinteressata, naturalmente è anche protettiva, allegra e leader, ma sono contaminati e mescolati con le abitudini di essere privi di tatto. la sua natura persuasiva, però, è ciò per cui è spesso ammirata. Spesso le persone contano su di loro e sul suo atletismo ogni volta che hanno bisogno di tirarsi su. Nessuno è perfetto naturalmente e Lorenza ha anche degli stati d'animo e dei giorni marci. la sua natura sconcertante e la sua natura pomposa causano molte lamentele, sia personalmente che per gli altri. Fortunatamente il suo altruismo assicura che non è il caso molto spesso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*