Reazioni del campo respiratorio allergico e biochimico

L’Organizzazione Mondiale della Sanità definisce le reazioni avverse al farmaco come tutte le reazioni avverse indesiderate che si verificano dopo la somministrazione di un medicinale a una dose raccomandata per l’uso come prevenzione, diagnosi o trattamento, indipendentemente dalla via di somministrazione.

Nel tratto respiratorio, queste reazioni avverse al farmaco rappresentano solo il pochi percento di tutti i casi segnalati. L’elenco dei farmaci contiene diverse centinaia di sostanze che possono causare una reazione avversa in un dato paziente con diversa frequenza.

I farmaci che sono in prima linea in questo elenco e che più frequentemente causano reazioni ai farmaci nel sistema respiratorio includono farmaci citostatici (usati nella terapia del cancro), amiodarone e beta-bloccanti (somministrati in caso di malattie cardiovascolari) e alcuni anti-steroidei farmaci infiammatori.

Meccanismi allergici o biochimici sono responsabili delle cause della reazione. A volte non è possibile spiegare il processo responsabile della comparsa di reazioni indotte da farmaci nel sistema respiratorio.

Sintomi di reazioni allergiche e biochimiche del farmaco nel sistema respiratorio

Spesso, contrazione bronchiale e tosse rapida si verificano dopo l’uso di un agente farmacologico. I farmaci del gruppo di farmaci antinfiammatori non steroidei e beta-bloccanti sono i più spesso responsabili di questa reazione. Una tosse isolata, senza contrazione bronchiale, può verificarsi dopo l’applicazione di agenti riducenti la pressione arteriosa (bloccando l’enzima che converte l’angiotensina).

Anche dopo la medicazione, può svilupparsi bronchite o possono verificarsi lesioni interstiziali del tessuto polmonare (ad esempio sotto forma di una lesione bronchiale). infiltrazioni eosinofiliche, polmonite organizzata), che porta alla fibrosi. Queste condizioni sono spesso accompagnate da sintomi sistemici come elevata temperatura corporea, perdita di appetito e peso e declino accelerato dei globuli rossi (ESR). Dopo l’uso di alcuni farmaci, si sviluppa un edema polmonare non cardiogenico (cioè edema di origine extra-acardiale). Questa complicanza mette direttamente in pericolo la vita del paziente.

Inoltre, le reazioni ai farmaci si verificano nei vasi polmonari. Di conseguenza, gli alveoli polmonari sanguinano e l’ipertensione polmonare si sviluppa con i sintomi. Come conseguenza dei cambiamenti nella pleura, i pazienti riferiscono dolore durante la respirazione e riducono la possibilità di espansione del polmone dopo un’ispirazione più profonda. Dopo l’uso di alcuni farmaci, i problemi respiratori assomigliano ai sintomi nel corso del lupus eritematoso sistemico.

Diagnosi di reazioni allergiche e biochimiche del farmaco nel sistema respiratorio

Spesso è difficile fare una diagnosi corretta a causa della somiglianza dei sintomi della malattia di base del paziente con i sintomi caratteristici della reazione dopo i farmaci utilizzati in questa malattia. A volte il paziente assume diversi farmaci allo stesso tempo, ed è impossibile interrompere tutti i preparati per eliminare le reazioni avverse.

Il grado di gravità dei processi di solito non dipende dalla dose del farmaco assunto, che può inoltre rendere difficile stabilire una diagnosi corretta. Le prime reazioni possono verificarsi solo pochi giorni dopo l’introduzione di un nuovo farmaco. Durante il processo diagnostico, è necessario ricordare che le reazioni avverse non devono essere simili all’effetto indicato del medicinale in questione.

La reazione è spesso associata a tipici meccanismi allergici e sintomi tipici di ipersensibilità causata da un numero di fattori non specifici. Per confermare la diagnosi, possono essere eseguiti studi provocatori, ma solo se l’uso di un farmaco sospettato di sviluppare reazioni avverse è strettamente indicato nell’entità della malattia in questione.

Tali test devono essere effettuati solo negli ospedali sotto supervisione speciale necessaria in caso di sviluppo di una condizione che mette a repentaglio la salute o la vita del paziente, dopo la provocazione con uno specifico agente farmacologico.

Trattamento di reazioni di medicina respiratorie allergiche e biochimiche

L’unico modo efficace per affrontare la diagnosi di reazioni avverse allergiche o biochimiche a un preparato farmacologico è di interrompere la somministrazione del prodotto ed evitare che venga utilizzato in futuro.

In caso di disturbi gravi, si raccomanda di usare glucocorticosteroidi, che alleviano i sintomi della malattia. Inoltre, in caso di condizioni cliniche gravi, viene effettuato un trattamento per contrastare i sintomi specifici della malattia.

Prognosi di reazioni allergiche e biochimiche del farmaco nel sistema respiratorio

La prognosi varia e dipende dalla specifica situazione clinica. La prognosi avversa diretta con pericolo di vita include broncospasmo aumentato ed edema polmonare non cardiogenico. È necessario informare il paziente di una reazione anormale dell’organismo dopo aver assunto il medicinale in questione al fine di evitare situazioni pericolose in futuro quando si ripete lo stesso preparato farmacologico.

Lorenza Scoma
Informazioni su Lorenza Scoma 129 Articoli
Si può dire molto di Lorenza Scoma, ma per lo meno è persuasiva e disinteressata, naturalmente è anche protettiva, allegra e leader, ma sono contaminati e mescolati con le abitudini di essere privi di tatto. la sua natura persuasiva, però, è ciò per cui è spesso ammirata. Spesso le persone contano su di loro e sul suo atletismo ogni volta che hanno bisogno di tirarsi su. Nessuno è perfetto naturalmente e Lorenza ha anche degli stati d'animo e dei giorni marci. la sua natura sconcertante e la sua natura pomposa causano molte lamentele, sia personalmente che per gli altri. Fortunatamente il suo altruismo assicura che non è il caso molto spesso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*