La malattia di Wilson Questa è una malattia congenita

La malattia di Wilson è una malattia congenita. È ereditato in modo autosomico recessivo. È caratterizzato da un disturbo del metabolismo del rame, così che grandi quantità tossiche di questo elemento si depositano in tessuti come il cervello, il fegato e il bulbo oculare.

Il rame che non è legato alla proteina di celluloplastica inizia a essere presente nel sangue intorno ai cinque anni. Provoca emolisi e altri cambiamenti patologici nei tessuti del sangue. È evidente un aumento dell’escrezione di rame e urina.

I sintomi della malattia di Wilson

La malattia di Wilson può verificarsi a qualsiasi età. Il sintomo principale è insufficienza epatica acuta o cronica. I cambiamenti comportamentali o addirittura la psicosi conclamata sono ulteriori sintomi iniziali.

La malattia di Wilson può assomigliare al morbo di Parkinson. Nella diagnosi differenziale si dovrebbero trovare gli anelli Kayser-Fleischer e determinare l’aumento della concentrazione di rame nel fegato.

Trattamento della malattia di Wilson

Nella malattia di Wilson, vengono forniti composti chelanti di rame, ad es. D – penicillamina . Ciò ha un impatto significativo sulla riduzione dei sintomi della malattia. Il corso lampo di epatite è spesso considerato come quello di un trapianto di epatite.
Monika Kozak

– Patologia “, Robbins, ed. Urban & Partner, Wrocław.
– Pediatria “, B. Górnicki, B. Dębiec, ed. PZWL, Varsavia.

Lorenza Scoma
Informazioni su Lorenza Scoma 129 Articoli
Si può dire molto di Lorenza Scoma, ma per lo meno è persuasiva e disinteressata, naturalmente è anche protettiva, allegra e leader, ma sono contaminati e mescolati con le abitudini di essere privi di tatto. la sua natura persuasiva, però, è ciò per cui è spesso ammirata. Spesso le persone contano su di loro e sul suo atletismo ogni volta che hanno bisogno di tirarsi su. Nessuno è perfetto naturalmente e Lorenza ha anche degli stati d'animo e dei giorni marci. la sua natura sconcertante e la sua natura pomposa causano molte lamentele, sia personalmente che per gli altri. Fortunatamente il suo altruismo assicura che non è il caso molto spesso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*