Infiammazione della fascia rovesciata con eosinofilia

Il decorso clinico dell’infiammazione della fascia eosinofilia fuoriuscita di solito inizia con dolore alle articolazioni, alla pelle e ai muscoli. I sintomi compaiono improvvisamente e il gonfiore si sviluppa attorno agli arti inferiori (principalmente ai piedi) e agli arti superiori (specialmente alle mani). La coesione della pelle e del tessuto sottocutaneo, che sono duri, aumenta. I cambiamenti sono di solito di natura simmetrica.

I movimenti delle articolazioni intorno alla cute e al tessuto sottocutaneo sono ridotti ancora una volta. Inoltre, gli stati subfebrillari, la debolezza, la perdita di appetito e il cattivo umore appaiono dai sintomi generali. Segni neurologici si trovano spesso negli arti superiori, causati dalla pressione del nervo nel canale del polso.

Inoltre, si osservano lesioni cutanee sotto forma di irregolarità superficiali simili a buccia d’arancia, nonché lividi sulla pelle derivanti dal processo patologico degli strati più profondi del tessuto sottocutaneo e della fascia.

Studi di laboratorio mostrano un aumento dei livelli eosinofili, una deposizione accelerata dei globuli rossi (ESR) e un’elevata attività dell’enzima aldolasi nel siero del sangue, e una normale attività dell’enzima cheratinasi.

Inoltre, vi sono anomalie negli esami al microscopio di tessuti malati e nei risultati della risonanza magnetica dei tessuti affetti dalla malattia (questo esame viene eseguito raramente in una infiammazione della fascia rovesciata con eosinofilia).

Rilevazione di infiammazione diffusa della fascia con eosinofilia

Alcune diagnosi di eosinofilia diffusa possono essere basate sui risultati di esami al microscopio di tessuti malati. La storia di malattia e i reclami dei pazienti sono un supplemento alla diagnosi. È anche importante dimostrare anomalie nel laboratorio del siero del paziente.

La diagnosi di eosinofilia diffusa nella fascia include una buona risposta al trattamento glicoridico, che è caratteristico di eosinofilia diffusa nella fascia. Altre condizioni del tessuto connettivo con lesioni cutanee e risultati del test simili dovrebbero essere considerati per la differenziazione.

Dovrebbe essere esclusa la presenza di sclerosi sistemica, sclerosi locale (in particolare sclerosi lineare) e malattia simile alla sclerodermia causata dall’azione di composti chimici.

Prognosi dell’infiammazione della fascia rovesciata con eosinofilia

La prognosi di eosinofilia nell’infiammazione della fascia rovesciata è buona, che è associata a frequente interruzione spontanea delle lesioni e, inoltre, con una buona risposta al trattamento con glicosteroidi.

Occasionalmente possono verificarsi recidive che non possono essere trattate con una dose più bassa di glicosteroidi (che a sua volta è correlata alla necessità di aumentare la dose, che può comportare lo sviluppo di complicazioni derivanti da tale trattamento).

A volte si sviluppano le conseguenze permanenti sotto forma di contrazioni. La prognosi non ha esito positivo in pazienti con altre condizioni (tra l’altro di natura autoimmune o neoplastica).

Trattamento dell’infiammazione diffusa della fascia con eosinofilia

Due aspetti sono importanti nella gestione terapeutica dell’infiammazione della fascia eosinofila: somministrazione farmacologica e riabilitazione. I glicosteroidi sono stati usati con l’aiuto del quale i cambiamenti sono indotti a scomparire e quindi la dose viene ridotta gradualmente fino a quando il farmaco non viene completamente sospeso (a condizione che i cambiamenti siano stati invertiti e non si siano verificate recidive). Il prednisone è il glicoide più comunemente usato.

Lorenza Scoma
Informazioni su Lorenza Scoma 129 Articoli
Si può dire molto di Lorenza Scoma, ma per lo meno è persuasiva e disinteressata, naturalmente è anche protettiva, allegra e leader, ma sono contaminati e mescolati con le abitudini di essere privi di tatto. la sua natura persuasiva, però, è ciò per cui è spesso ammirata. Spesso le persone contano su di loro e sul suo atletismo ogni volta che hanno bisogno di tirarsi su. Nessuno è perfetto naturalmente e Lorenza ha anche degli stati d'animo e dei giorni marci. la sua natura sconcertante e la sua natura pomposa causano molte lamentele, sia personalmente che per gli altri. Fortunatamente il suo altruismo assicura che non è il caso molto spesso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*