Fratture del femore

A seconda del luogo di lesione dell’osso femorale, si possono distinguere diversi tipi di fratture: fratture del collo del femore, fratture tortuose, fratture della diafisi femorale e fratture nell’ulteriore epifisi.

Fratture del collo del femore

Le fratture nel collo del femore sono caratteristiche dell’anziano a causa di cambiamenti progressivi dell’architettura ossea, aumento della debolezza muscolare e compromissione della forma fisica. La progressione dell’aterosclerosi nelle arterie del sistema nervoso centrale causa anche la comparsa di disturbi che influiscono sulla frequenza delle lesioni e delle fratture nel collo del femore.

Nel corso di questo tipo di danno, c’è un alto rischio di sviluppare complicazioni derivanti da una prolungata permanenza a letto (polmonite, infezioni del tratto urinario, tromboembolia polmonare e cerebrale, insufficienza cardiovascolare, piaghe da decubito).

La prognosi delle fratture del collo del femore si basa sul comportamento o sulla perdita di afflusso di sangue da parte della frattura ossea. Se tale afflusso di sangue non viene mantenuto, deve essere intrapreso un trattamento chirurgico. C’è una frattura della testa, dei colli transesofagei e avvitati del femore.

La frattura si manifesta nel dolore all’anca e all’inguine quando si cerca di spostarsi nell’articolazione dell’anca sul lato del danno. Il paziente non deve arrendersi con le proprie forze e movimenti significativi di detriti sono accompagnati da un accorciamento dell’arto. Il trattamento conservativo si basa sul sospendere l’arto interessato sulle bande di estrazione per un periodo di circa 6 settimane. Le forme più pesanti richiedono un trattamento chirurgico con l’introduzione della protesi o con l’uso di anastomosi intraoperatoria.

Fratture di Turner

Le fratture da screening sono anche le più comuni negli anziani. Allo stesso modo, una caduta banale può essere la causa di una frattura, perché le ossa cambiate sono osteoporose e indebolite dalla capacità delle persone anziane di reagire rapidamente e in modo appropriato a una frattura. Questo tipo di frattura è un danno non articolare, può essere fatto con un cacciavite o un cacciavite.

I sintomi sono simili a quelli di un collo femorale fratturato, con dolore ai fianchi, andatura ridotta e arti a volte abbreviati. La prognosi è buona – queste fratture crescono sempre insieme, a condizione che l’estratto scheletrico venga usato per un periodo di 8-10 settimane. È anche importante intraprendere una riabilitazione consistente in esercizi di flessione di tutte le articolazioni dell’arto del paziente.

Spesso, tuttavia, il trattamento raccomandato è il metodo chirurgico di anastomosi delle fratture, soprattutto negli anziani, perché è più facile prendersene cura e la riabilitazione al di fuori del letto del paziente può essere implementata presto.

Fratture dell’albero del femore

Le fratture nel femore sono di solito il risultato di una lesione diretta molto grave. Si verifica un danno esteso ai tessuti molli e ai vasi sanguigni, con conseguente aumento dell’ematoma. A volte la procedura deve prima coinvolgere lo sradicamento dell’emorragia, a volte portando a uno shock che mette in pericolo la vita.

I sintomi di questo tipo di frattura ossea femorale comprendono l’accorciamento e la deformazione significativa degli arti, la mobilità patologica con aumento della circonferenza della coscia e dolore. Il trattamento delle fratture del femore è chirurgico e consiste nell’anastomosi intrashaped dei frammenti femorali con un chiodo speciale. A volte è necessario fissare ulteriormente le schegge per evitare che si spostino.

Fratture di ulteriore epifisi del femore

Le ulteriori fratture più comuni dell’epifisi femorale sono le fratture sovracraniche, intersessuali e isolate del condilo femorale. Questo tipo di danno è solitamente accompagnato da lesioni ai tessuti circostanti e stravaso di sangue sotto forma di ematoma intraarticolare. Alcune fratture possono passare attraverso l’articolazione del ginocchio. Il trattamento è conservativo o, in alcuni casi, operativo (ad esempio, il trattamento di un paziente con asma). nelle fratture supercraniche).
Mariusz Kłos

– Manuale di chirurgia per gli studenti “, ed. Jana Fibaka, ed. PZWL Medical Publishing House, Warsaw.
– Wiktor Degi Orthopaedics and Rehabilitation “, edito Witold Marciniak e Andrzej Szulc, ed. PZWL Medical Publishing House, Warsaw.
– Traumatologia dell’apparato locomotore “, a cura di Donata Tylman e Artur Dziak, ed.

Lorenza Scoma
Informazioni su Lorenza Scoma 129 Articoli
Si può dire molto di Lorenza Scoma, ma per lo meno è persuasiva e disinteressata, naturalmente è anche protettiva, allegra e leader, ma sono contaminati e mescolati con le abitudini di essere privi di tatto. la sua natura persuasiva, però, è ciò per cui è spesso ammirata. Spesso le persone contano su di loro e sul suo atletismo ogni volta che hanno bisogno di tirarsi su. Nessuno è perfetto naturalmente e Lorenza ha anche degli stati d'animo e dei giorni marci. la sua natura sconcertante e la sua natura pomposa causano molte lamentele, sia personalmente che per gli altri. Fortunatamente il suo altruismo assicura che non è il caso molto spesso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*