Ciclismo – L’alimentazione Quotidiana

L’alimentazione quotidiana del ciclista: come distribuire gli alimenti durante tutto l’arco della giornata

  • Colazione. Pasto molto importante perché deve fornire l’energia necessaria ad affrontare i lavori della prima parte della giornata. Senza la colazione, andremmo ad intaccare le riserve energetiche che il nostro organismo accumula sotto forma di glicogeno e grassi. Inoltre all’organismo non vengo apportati altri nutrienti molto importanti per le sue funzionalità, quali vitamine e sali minerali.
    Uno sportivo praticante, a colazione dovrebbe consumare alimenti ricchi di nutrienti e al contempo facili da digerire come, ad esempio:
    • pane integrale con marmellata o miele;
    • yogurt;
    • del tè o caffè;
    • succo d’arancia.
  • Pranzo. Dato che in genere, gli allenamenti degli sportivi amatori si svolgono, nella maggior parte dei casi, nelle ore pomeridiane, durante il pranzo è consigliato fare il pieno di carboidrati. E’ quindi possibile consumare:
    • pasta;
    • verdure miste;
    • riso (come valida alternativa alla pasta);.

    Se l’allenamento non segue immediatamente il pranzo ma passano alcune ore, oppure è previsto un allenamento leggero, si può consumare anche un secondo piatto a base di alimenti ricchi di proteine (pesce o carni bianche), con contorno di verdure miste.
    A conclusione va bene anche un dessert: crostata di frutta o di torta/strudel di mele.

  • Cena. Dopo l’allenamento, non è assolutamente peccato mangiare dei carboidrati: un piatto di pasta o una minestra di verdure con del riso o della pasta. E’ necessario consentire all’organismo di ripristinare le scorte energetiche consumate con l’allenamento.

    Per scatenare i meccanismi che portano l’organismo ad adattarsi agli stress dell’allenamento e quindi al miglioramento della performance, l’organismo ha bisogno di energia: ricordatevi che all’organismo umano non va fatto mancare nulla in termine di nutrienti, bisogna evitarne gli eccessi.

    Come secondo un piatto con alimenti ricchi di proteine (pesce o di carne, ma anche legumi e cereali insieme, perché sono in grado di fornire all’organismo tutti gli aminoacidi essenziali di cui ha bisogno), con contorno di verdure miste.
    E’ sempre indicato un contorno di verdure miste e, per finire, della frutta. Una fetta di torta o un gelato alla frutta non sono per nulla vietati.

  • Le bevandePer quanto riguarda le bevande, indipendentemente dal momento della giornata, lo sportivo amatoriale consuma acqua, e riduce il consumo di alcolici (al massimo vino o birra durante i pasti) ed evita i superalcolici ed i cocktail.
    Gli spuntiniA metà mattinata e metà pomeriggio è possibile consumare uno spuntino a base di frutta, in modo da assumere qualche carboidrato, ma sopratutto sali minerali e vitamine.
Lorenza Scoma
Informazioni su Lorenza Scoma 129 Articoli
Si può dire molto di Lorenza Scoma, ma per lo meno è persuasiva e disinteressata, naturalmente è anche protettiva, allegra e leader, ma sono contaminati e mescolati con le abitudini di essere privi di tatto. la sua natura persuasiva, però, è ciò per cui è spesso ammirata. Spesso le persone contano su di loro e sul suo atletismo ogni volta che hanno bisogno di tirarsi su. Nessuno è perfetto naturalmente e Lorenza ha anche degli stati d'animo e dei giorni marci. la sua natura sconcertante e la sua natura pomposa causano molte lamentele, sia personalmente che per gli altri. Fortunatamente il suo altruismo assicura che non è il caso molto spesso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*