Ciclismo – La Colazione Del Ciclista

Per un ciclista, l’allenamento o la gara iniziamo molto prima di salire in sella. Tutto incomincia dall’alimentazione.

Perché la colazione è importante

L’apporto energetico dato dalla colazione è fondamentale. Considerato poi che, le gare vengono disputate per la stragrande maggioranza al mattino, la colazione è l’unico pasto prima di affrontare lo sforzo fisico.

Una buona colazione che preceda uno sforzo così importante, dovrebbe privilegiare gli alimenti ricchi di carboidrati. Può risultare difficile avere fame di prima mattina, oppure non si dispone di molto tempo prima dell’allenamento: ci si sveglia presto ma si ha giusto il tempo di prepararsi e salire in sella. La digestione quindi avverrà nel corso della performance.

In base al tipo di performance, se allenamento o gara, è quindi possibile miscelare la cena della sera prima e la colazione della mattinata, per fornire all’organismo il giusto apporto di nutrienti per poter eccellere nella prestazione e non avere cali di rendimento.

La colazione non deve in nessun modo appesantire, ma non deve nemmeno la causa di un buco nello stomaco che porti alla crisi da fame.

La colazione il giorno dell’allenamento

Se in mattinata è previsto l’allenamento, è molto probabile che il tempo a disposizione sia poco. Questo perché, in genere, il tempo che trascorre tra la sveglia e il salire sulla bicicletta non è molto, proprio per ottimizzare al massimo il tempo a disposizione per l’allenamento.

In questo caso, è bene arrivare già dalla sera prima con i muscoli belli carichi di energia (avere colmato le riserve di glicogeno muscolare ed epatico), consumando alimenti ricchi di carboidrati, come la pasta.
La colazione, non deve essere troppo pesante, ed è bene portarsi con se degli snack (barrette, della frutta, biscotti) da consumare durante l’allenamento per evitare crisi. A tal proposito è possibile riempire la borraccia con un integratore che, oltre a fornire sali minerali, fornisca dei carboidrati (maltodestrine).

Quindi alimenti di facile digestione, quali:

  • tè;
  • fette biscottate con miele (o marmellata);
  • frutta.

Il latte potrebbe dare problemi in quanto la sua digestione richiede parecchio tempo.

La colazione il giorno della gara

Nel giorno di gara, la colazione può sempre comprendere generalmente del tè o del caffè, pane bianco con marmellata (o miele), e un po’ di frutta (ottima la macedonia di frutta, ricca di fruttosio).
Per quanto riguarda alimenti che richiedono una digestione un pochino più lunga, non ha particolari difficoltà nella digestione, può consumare anche dello di yogurt, magari con cereali o muesli. Questo perché, in genere, dalla colazione al momento della partenza trascorre sempre più tempo rispetto a quanto normalmente accade prima dell’allenamento (preparazione, punzonatura, schieramento, etc.).

Quando poi la gara si preannuncia lunga ed impegnativa, a colazione si può anche consumare un piatto di pasta, condita con olio.

Lorenza Scoma
Informazioni su Lorenza Scoma 129 Articoli
Si può dire molto di Lorenza Scoma, ma per lo meno è persuasiva e disinteressata, naturalmente è anche protettiva, allegra e leader, ma sono contaminati e mescolati con le abitudini di essere privi di tatto. la sua natura persuasiva, però, è ciò per cui è spesso ammirata. Spesso le persone contano su di loro e sul suo atletismo ogni volta che hanno bisogno di tirarsi su. Nessuno è perfetto naturalmente e Lorenza ha anche degli stati d'animo e dei giorni marci. la sua natura sconcertante e la sua natura pomposa causano molte lamentele, sia personalmente che per gli altri. Fortunatamente il suo altruismo assicura che non è il caso molto spesso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*