Allergia alle medicine (allergia al polo)

Le allergie ai farmaci (allergia ai farmaci) sono causate da reazioni antigene-anticorpi associate al farmaco assunto. L’allergia non è la causa più comune delle reazioni ai farmaci, ma porta a reazioni che possono mettere in pericolo la vita del paziente. Queste reazioni sono di due tipi: sistemici o riguardano singoli organi.

Cause di allergia ai farmaci

Di solito le droghe stesse non causano un aumento del numero di anticorpi nel corpo. Tuttavia, ciò può essere dovuto al legame dei loro metaboliti alle proteine endogene o talvolta ai polisaccaridi e ai polinucleotidi. È molto difficile determinare la struttura chimica dei metaboliti della droga nel corpo e identificare quali di essi sono innovatori di antigeni.

Il tempo che intercorre tra l’assunzione del farmaco e l’inizio dei primi sintomi di una reazione allergica è di grande importanza per la diagnosi degli anticorpi.

Quadro clinico delle allergie ai farmaci

Le reazioni sistemiche allergiche al farmaco comprendono shock anafilattico (allergia), malattia settica e febbre. Quest’ultima è la complicazione più comune.

Le reazioni allergiche a singoli organi o tessuti coinvolgono il sistema ematopoietico e la pelle.

Le reazioni allergiche nel sistema ematopoietico sono più comuni nelle persone che sono ipersensibili ai farmaci. Di conseguenza, possono causare anemia, trombocitopenia o granulocitopenia. La granulocitopenia è caratterizzata da un decorso rapido della malattia, da una riduzione del numero di ulcere da granulociti, febbre e tonsille. Alcuni farmaci (sedormide, chinino o chinidina), d’altra parte, possono portare alla trombocitopenia.

Nel caso della trombocitopenia, l’uso di sedromia provoca il danno piastrinico o la produzione di anticorpi che attaccano l’organismo del paziente. Questo è noto come il “Cubo di vetro rotto”. autoimmunizzazione (che si verifica solo in alcuni casi) a cui appartengono m. tra l’altro l’anemia immunoemolitica.

Le lesioni cliniche della pelle nel corso dell’allergia ai farmaci sono diverse e non specifiche, pertanto, ogni manifestazione di lesioni cutanee al momento dell’adozione di misure farmacologiche deve essere presa in considerazione in termini di reazione allergica. Questi cambiamenti possono assumere la forma di eczema, orticaria o eritema.

È altamente probabile (nonostante prove insufficienti) che gli effetti delle reazioni ai farmaci indotti da allergia includano anche febbre, infiammazione, infiltrazioni linfatiche ed eosinofiliche del fegato ed eosinofilia. La polmonite acuta può anche essere una complicazione della farmacoterapia.

Diagnosi di allergia ai farmaci

Determinanti diagnostici di allergia ai farmaci:
1) i sintomi allergici compaiono almeno 5-7 giorni dopo l’assunzione di questo medicinale;
(2) la reazione allergica si verifica dopo una piccola dose è stata somministrata;
(3) le reazioni non sono chiaramente correlate all’uso previsto del medicinale;
4) i sintomi di reazione compaiono poco dopo le successive dosi del medicinale;
5. i sintomi allergici possono essere indotti in un paziente da farmaci con una struttura chimica molto vicina al farmaco a cui il paziente è allergico;
(6) i sintomi devono anche includere reazioni standard allergiche tipiche che si verificano a seguito dell’azione di antigeni macromolecolari (ad esempio “NTB”, “NTB”, “NTB”, “NTB” o “NTB”). orticaria).

Finora, non è stato possibile creare un test che consenta di identificare inequivocabilmente una reazione allergica ai farmaci in un paziente. I test cutanei sono rilevanti solo se siete allergici alla penicillina e possono aiutare a diagnosticare allergie a sulfonamidi, anestetici locali, streptomicina e alcuni diuretici. Nel caso di sensibilizzazione ad altri farmaci, rimane solo la diagnosi basata su un colloquio approfondito e l’esame obiettivo.

Trattamento e prevenzione dell’allergia ai farmaci

Il trattamento delle allergie ai farmaci si basa di solito sul ritiro del farmacista responsabile della comparsa di sintomi allergici.

Per evitare una reazione allergica ai farmaci, è necessario raccogliere una cronologia dettagliata del paziente prima di somministrare qualsiasi farmaco e, laddove la reazione si sia già verificata o sospettata, le informazioni pertinenti devono essere registrate sull’ospedale del paziente e i registri di dimissione.

Se il paziente ha già sviluppato un’allergia ai farmaci, è necessario ricordare le possibili reazioni incrociate che possono verificarsi durante l’uso di prodotti farmaceutici di struttura chimica simile (ad esempio: il farmaco con una struttura chimica simile o il farmaco con una struttura chimica simile) . Anche in caso di ipersensibilità alla penicillina, cefalotina e penicillina sono sconsigliabili.
Zhaneta Malec

Lorenza Scoma
Informazioni su Lorenza Scoma 129 Articoli
Si può dire molto di Lorenza Scoma, ma per lo meno è persuasiva e disinteressata, naturalmente è anche protettiva, allegra e leader, ma sono contaminati e mescolati con le abitudini di essere privi di tatto. la sua natura persuasiva, però, è ciò per cui è spesso ammirata. Spesso le persone contano su di loro e sul suo atletismo ogni volta che hanno bisogno di tirarsi su. Nessuno è perfetto naturalmente e Lorenza ha anche degli stati d'animo e dei giorni marci. la sua natura sconcertante e la sua natura pomposa causano molte lamentele, sia personalmente che per gli altri. Fortunatamente il suo altruismo assicura che non è il caso molto spesso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*