Allergia agli insetti

Esistono diversi tipi di reazioni da punture di insetti. In condizioni normali, si sviluppa solo una reazione locale non allergica che è caratterizzata da eritema, dolore e talvolta prurito e lieve gonfiore al posto del morso. Le lesioni si ritirano dopo alcune ore (la reazione può ancora essere presente dopo pochi giorni) e queste reazioni non allergiche non hanno praticamente alcun significato clinico.

Un’alta risposta locale è definita come una condizione con edema superiore a 10 centimetri di diametro e persistente per più di un giorno con sintomi di accompagnamento, in particolare brividi, febbre e mal di testa. Inoltre, il morso può essere secondario alla reazione anafilattica o tossica del corpo (si verifica principalmente dopo una puntura di diverse dozzine di insetti a brevi intervalli, rottura del muscolo scheletrico, danno al muscolo cardiaco, fegato, reni o sviluppo della coagulazione multipla endovascolare (DIC ) potrebbe accadere).

Una reazione insolita può verificarsi sotto forma di sindromi da polineuropatia, iperplasia o vasculite, ma questo è estremamente raro. I primi sintomi di reazioni anafilattiche di solito si sviluppano pochi minuti dopo il morso, ma scompaiono completamente dopo poche ore. Il decorso clinico è raramente osservato con due fasi di esacerbazione dei sintomi della malattia, divisi per stadio asintomatico.

Inoltre, i test cutanei e gli anticorpi classe E specifici per il siero contro le sostanze chimiche del veleno degli insetti che morde il paziente devono essere eseguiti con risultati positivi.

Trattamento dell’allergia agli insetti

Il trattamento dell’allergia agli insetti richiede un trattamento rapido ed efficace subito dopo il morso. Se un insetto (ape) ha lasciato una puntura, deve essere rimosso immediatamente. Le reazioni locali non allergiche e comuni al veleno di insetti non richiedono un trattamento terapeutico e non sono associate a una minaccia per la salute o la vita del paziente.

Nelle lesioni locali gravi si consiglia di utilizzare impacchi freddi, che riducono il dolore e il gonfiore dell’area del morso o glicoidi somministrati localmente (oltre a alleviare il dolore, anche a ridurre il prurito della pelle). Gli antistaminici possono essere usati per via orale e gli steroidi vengono somministrati per via orale solo in caso di lesioni locali estese e gravi (ad es., Nel caso di un farmaco iperbarico, nel caso di un farmaco iperbarico o nel caso di un farmaco iperbarico) . prednisone ) .

Una volta che i sintomi direttamente correlati alle punture di insetti sono stati contenuti, il paziente deve essere informato del rischio di ulteriori morsi, le punture future dovrebbero essere prevenute (rimuovendo i nidi, non essendo intorno agli alveari, non mangiando all’aperto e prendendo precauzioni speciali) e una prima dovrebbe essere fornito un kit di aiuti (m). tra gli altri contenenti adrenalina siringa preriempita, antistaminici e glicoidi) in caso di punture di insetti.

La desensibilizzazione del paziente è stata utilizzata con metodi che riducono le reazioni allergiche. Questo è l’unico modo per trattare la causa della reazione in modo efficace, non i suoi sintomi. La sensibilizzazione protegge il paziente da reazioni anafilattiche in caso di punture ripetute.

Lorenza Scoma
Informazioni su Lorenza Scoma 129 Articoli
Si può dire molto di Lorenza Scoma, ma per lo meno è persuasiva e disinteressata, naturalmente è anche protettiva, allegra e leader, ma sono contaminati e mescolati con le abitudini di essere privi di tatto. la sua natura persuasiva, però, è ciò per cui è spesso ammirata. Spesso le persone contano su di loro e sul suo atletismo ogni volta che hanno bisogno di tirarsi su. Nessuno è perfetto naturalmente e Lorenza ha anche degli stati d'animo e dei giorni marci. la sua natura sconcertante e la sua natura pomposa causano molte lamentele, sia personalmente che per gli altri. Fortunatamente il suo altruismo assicura che non è il caso molto spesso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*